Zuccheri, Oms: non più del 10% dell’energia totaleZucchero

L’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha proposto, per lo zucchero, di non superare il 10% della quantità totale di energia dell’intera giornata. Considerando tutti i pasti, spuntini e bevande incluse.

 

In moltissimi alimenti trasformati è presente dello zucchero, ad esempio la Società Italiana di Nutrizione Umana (Sinu) ci ricorda che: 1 cucchiaio di ketchup ne contiene circa 4 grammi (16 kcal), una lattina di comune bevanda zuccherata fino a 40 grammi (160kcal), sufficiente a far oltrepassare i livelli di assunzione totale giornalieri. Zuccheri ai quali non si pensa, che concorrono ad aumentare il valore di zucchero ed energia della dieta, senza alcun vantaggio nutrizionale. Si ritiene che sia l’apporto quotidiano da bevande e snack, quello ritenuto più dannoso, e quindi il principale obiettivo dell’Oms, nella revisione 2015 delle sue linee guida sull’assunzione di zuccheri nella dieta di adulti e bambini. Da tenere sotto controllo  sono tutti i monosaccaridi (glucosio e fruttosio) e i disaccaridi (saccarosio, il comune zucchero da tavola) presenti negli alimenti e nelle bevande preparati e quelli naturalmente presenti nel miele, succhi di frutta e succhi concentrati.  Gli zuccheri presenti nel latte, nella frutta fresca e quelli dei vegetali, non sembrano presentare evidenze di effetti avversi.

L’OMS da questa forte raccomandazione per indirizzare le politiche alimentari degli stati segnalando che un’assunzione superiore al 10% dell’energia giornaliera negli adulti è associata a un incremento di peso, e nei bambini, a un rischio di sviluppare sovrappeso, obesità e carie in età successive, soprattutto considerando il consumo di bevande zuccherate, molto frequente anche in Italia già in giovane età.  Ora si è acceso un dibattito tra gli scienziati favorevoli e contrari alle posizioni dellOMS.

La preoccupazione di Oms che noi della farmacia Bonin condividiamo è che un consumo elevato di zuccheri liberi possa anche limitare la scelta di alimenti nutrizionalmente equilibrati, portando ad una dieta non sana, un aumento del peso e il rischio maggiore di sviluppare malattie croniche.

 

per approfondire: Troppo zucchero nella dieta: le linee guida e le evidenze scientifiche concordano, bisogna ridurre a meno del 10%. Il …