Se non si è allergici, la puntura degli imenotteri (api, vespe, calabroni) causa una reazione attorno alla zona offesa caratterizzata da dolore, gonfiore e rossore che in genere diminuisce nel giro di poche ore. 

Tuttavia, alcune persone che sono già state punte da un imenottero possono sviluppare una reazione allergica. In base alla sensibilità individuale i sintomi possono essere più o meno gravi fino ad arrivare ad una reazione anche mortale se non si interviene con un “kit salvavita”, che consiste in adrenalina autoiniettabile, cortisone e antistaminici. 

In foto, un calabrone

L’adrenalina autoiniettabile diventa dunque indispensabile e va portata sempre con sé, in contenitori termici in quanto è sensibile alle alte temperature. 

Nel kit “salvavita” andranno anche tenuti cortisone e antistaminici. 

In ogni caso, il soggetto andrà trasportato al più vicino Pronto Soccorso.

in foto, un calabrone

Prima di partire per un viaggio è importante verificare la data di scadenza della soluzione medica e il suo aspetto: esso deve essere trasparente e incolore. È anche consigliabile chiedere al proprio medico o allergologo di preparare una relazione in inglese che spieghi che cos’è l’adrenalina e perché è stata prescritta al paziente, per essere ammessi a bordo di un aereo. 

Altro farmaco “salva-vita” è rappresentato dalla immunoterapia per via iniettiva in grado di prevenire in modo efficace le reazioni allergiche in caso di nuova puntura.

FARMACIA BONIN
VIA SACILE 2,
FIASCHETTI DI CANEVA, PN
0434778675
farmaciabonin@gmail.com