OMEGA 3, prima infanzia e benefici cognitivi

 

Segnaliamo un articolo che conferma una volta in più come gli Omega-3 apportino benefici ai processi cognitivi. (specie il DHA necessario alle cellule nervose e della retina) Uno studio dell’American Journal of Clinical Nutrition ha controllato i livelli di Omega 6 (grassi tipici della carne e di alcuni oli legati all’infiammazione) e quelli di Omega 3. Lo studio ha indicato che “i bambini che mangiavano troppi omega 6 avevano una più bassa velocità di elaborazione dei dati della memoria  e più difficoltà a risolvere i problemi di programmazione”.

ecco il link per approfondire

 

L’ideale è  ricorrere ad un’alimentazione che non ecceda con gli Omega 6 e ricca di Omega 3 (principalmente noci, olio di lino e pesci soprattuto quelli grassi), ma, dove non fosse possibile, si può ricorrere ad un integrazione specifica. In Farmacia siamo molto sensibili a queste tematiche e disponiamo di prodotti a base di Omega 3 di alta qualità, dedicati a diverse fasce d’età ed esigenze, tutti attentamente controllati. (N.B. i rischi principali che si corrono con prodotti di bassa qualità è di utilizzare oli già ossidati o inquinati da metalli pesanti)

Inoltre in farmacia possiamo effettuare un test, il Fat Pharmacy che controlla l’equilibrio di Omega 3 e 6 e diversi altri parametri legati al buon funzionamento delle membrane cellulari.

 

20131022-145310.jpg


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.