Sappiamo tutti che l’eterna giovinezza è un’illusione, ma oggigiorno l’invecchiamento della pelle si può
veramente rallentare… con suggerimenti e trattamenti anti-age!

L’ETÀ DEGLI “ANTA” E LA PELLE DEL VISO

Principali modificazioni della pelle con l’invecchiamento fisiologico

giovane-donna-primo-piano-viso
Mantenere a lungo una pelle giovane, idratata e luminosa? Si può!

PELLE

Strato esterno (epidermide)

  • Lo spessore si riduce
  • Minore produzione del film idrolipidico protettivo
  • Si disidrata più facilmente
  • L’incarnato è più opaco perché il rinnovamento cellulare rallenta; possono comparire anche delle macchie
  • La funzione di barriera si riduce

Le principali cellule coinvolte sono i cheratinociti, le cellule dell’epidermide

PELLE

Strato intermedio (derma)

L’idratazione, il tono e elasticità diminuiscono per minore produzione e maggiore degradazione di acido ialuronico, collagene ed elastina (proteine che formano “l’impalcatura di sostegno” e la consistenza della pelle, determinando elasticità, turgore e idratazione)
Il microcircolo rallenta, apportando meno ossigeno e nutrienti
La pelle ripara meno bene   Le principali cellule coinvolte sono i fibroblasti, le cellule del derma  

PELLE
Strato interno (ipoderma)

Visibilmente la pelle tende a cadere verso il basso modificando il contorno del viso – in particolare guance e mento ma anche collo – in quanto diminuiscono lo spessore e la densità dello strato adiposo sottocute (soprattutto con la menopausa)
 
Le principali cellule coinvolte sono gli adipociti, le cellule dell’ipoderma

QUANDO AGIRE E COSA UTILIZZARE?

La bella notizia è che quando la pelle è stata sempre ben tenuta e i fattori esterni, soprattutto i raggi UV, non hanno inciso più di tanto, le rughe generalmente non compaiono prima dei 35-40 anni, genetica e stili di vita permettendo. Ma è meglio giocare d’anticipo…

Intorno ai 30 anni le cellule del derma (fibroblasti) iniziano a rallentare la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico, e appaiono delle rughe in alcune zone del viso (es. fronte, occhi, lati della bocca), quindi è bene cominciare ad utilizzare una crema alla sera, che stimola l’attività delle cellule della pelle deputate al tono, idratazione ed elasticità, un contorno occhi e creme antiossidanti di giorno.

Dopo i 40 anni il trattamento anti-age deve essere completo e costante in quanto diventa visibile la perdita di tono, elasticità, compattezza e idratazione di derma ed epidermide nel viso, ma anche contorno occhi, labbra e collo. Da una parte, a livello epidermico, idratazione, esfoliazione e rinnovamento cellulare, dall’altra parte, a livello dermico, idratazione profonda e stimolazione dell’attività delle cellule del derma per mantenere un buon livello di collagene, elastina e acido ialuronico. Importante affiancare con l’alimentazione sostanze antiossidanti, effettuare massaggi quotidiani, utilizzare prodotti Botox-like per le rughe di espressione, assumere integratori mirati quando necessari.

Più in là si va con gli anni più la pelle ha bisogno di trattamenti completi e specifici, rassodanti e ridensificanti, per viso, contorno occhi, labbra e collo, che aiutano a migliorare il microcircolo, aumentare la barriera difensiva della pelle e anche a sostenere il volume dello strato più profondo della cute.
 
Segni del tempo: lo stile di vita e una buona dermocosmesi fanno la differenza!

BELLISSIMA SEMPRE. LA “RICETTA ANTIETÀ

  1. La detersione

Opportuna una detersione molto delicata per non aggredire lo strato protettivo dell’epidermide – già messo alla prova dall’età – con detergenti non aggressivi, che fanno poca schiuma, o latte detergente e tonico, oppure ottime le soluzioni micellari, adatte anche alla pelle secca e a quella sensibile.

La detersione assolutamente due volte al giorno, mattina e sera, per motivi diversi: alla mattina per togliere le impurità della notte dovute al “lavoro” delle cellule, alla sera per togliere trucco, sebo, smog e altre particelle depositate. La pelle libera “respira” bene e sarà più propensa ad assorbire i cosmetici applicati successivamente, con maggiore beneficio. Dopo la detersione tamponare il viso con l’asciugamano senza sfregare la pelle.

2. Creme viso giorno/notte, le basi per orientarsi nella scelta

La pelle si comporta in maniera differente durante il giorno e la notte; assecondare i suoi bisogni attraverso i cosmetici aiuta a invecchiare più lentamente.

Ma ricorda… nulla funziona se non si hagrande costanza nei i trattamenti, i quali devono essere scelti non solo in base all’età e al tipo di pelle, ma anche alla stagionalità e ai bisogni specifici del periodo di vita (es. variazioni ormonali, periodi di stress, ecc.). Un’attenzione in più anche nei cambi di stagione.

La mattina la cute è impegnata in attività protettive-difensive dalle aggressioni esterne, ad esempio dai raggi solari e dallo smog, e secerne più sebo per rafforzare il sistema di barriera costituito dal film idrolipidico di superficie. Via libera quindi a prodotti idratanti, antiossidanti e con filtri solari.

Di notte, al contrario, la pelle aumenta la vascolarizzazione, la temperatura, diminuisce la produzione di sebo e si fa più intenso il rinnovamento cellulare. Via libera quindi a ingredienti capaci di aiutare i meccanismi di rigenerazione cellulare, sia in superficie stimolando i cheratinociti ma anche in profondità per favorire la formazione di collagene, elastina e acido ialuronico stimolando i fibroblasti. E se ci pensi bene…dormire le giuste ore di sonno porta a compimento il fisiologico rinnovamento cellulare.

Molto importanti anche i tempi e i modi: la crema notte va stesa circa un’ora prima di dormire e attraverso un efficace massaggio. Attenzione! Non deve essere troppo grassa perché potrebbe occludere i pori, ottimi ad esempio i sieri che sono concentrati e mirati. Delle due, quindi, potrebbe essere più consistente la crema giorno.

I prodotti in fiale costituiscono un trattamento intensivo, veloce nei risultati, efficace e mirato.

Un consiglio prezioso! Per scegliere la crema più adatta alle tue esigenze non lasciarti fuorviare dalla dicitura sulla confezione “giorno/notte”, guarda invece gli ingredienti, capisci dove vanno ad agire e mettili in relazione ai tuoi bisogni

3. Una marcia in più: i prodotti “urto” in fiale

I prodotti in fiale costituiscono un trattamento intensivo, veloce nei risultati, efficace e mirato. È un trattamento indispensabile per la capacità di rispondere prontamente ai bisogni del momento, che integra la beauty routine giornaliera.

Quando utilizzare le fiale? Ogni volta che sentiamo l’esigenza di una cura extra! Ideali al cambio di stagione e quando la pelle appare stanca, spenta, con deficit di idratazione, ad esempio nei periodi di affaticamento e stress, ma anche dopo le vacanze estive e invernali, quando entrano in gioco agenti esterni che mettono a dura prova la nostra pelle, come sole, vento, freddo, ecc.

Come utilizzarle? Da sole per un effetto sprint o SOS, oppure prima della crema giorno/notte, oppure mescolate ad essa in diverse proporzionI

4. La bellezza in maschera

1 o 2 volte in settimana la nostra pelle ha bisogno di una “spintarella”: parliamo ovviamente delle maschere viso, che non dovrebbero mai mancare. Abbiniamo alla nostra routine trattamenti specifici e mirati, più concentrati in principi attivi rispetto a quelli abituali, formulati per fare assorbire alla nostra pelle in breve tempo le sostanze di cui ha bisogno in quel momento e con risultati immediatamente visibili. Gli errori da non fare? Stendere il prodotto su pelle non pulita e asciutta, o su pelle lesionata e superare i tempi di posa, azione che non migliora l’effetto ma in alcuni casi può risultare addirittura dannosa.

5. Impossibili da dimenticare: occhi, labbra, collo e décolleté

Non sono un dettaglio…questi punti del viso la dicono lunga sulla nostra età, quindi è importantissimo curarli contemporaneamente alla pelle del viso, adoperando prodotti specifici.

Gli occhi, lo sappiamo tutti, sono lo specchio dell’anima. Sotto i 25 anni si parla solo di rughe di espressione, cioè quelle che compaiono con la contrazione dei muscoli facciali, ad esempio sorridendo, ma che poi si ridistendono; man mano che passa il tempo però si approfondiscono e diventano permanenti, intorno ai 30-35 anni. Il consiglio è quello di adoperare un antirughe per gli occhi a partire dai 25-30 anni.

Le labbra, simbolo di femminilità e seduzione! Con l’invecchiamento le labbra perdono il loro turgore naturale e fondamentalmente si assottigliano (tendono a rimpicciolirsi ed appiattirsi) e compaiono le rughe nel contorno, visibili soprattutto tra il labbro superiore e il naso, a partire dai 30 anni circa. Per le labbra ed il loro contorno bisogna migliorare l’idratazione profonda della pelle e aiutare la rigenerazione cellulare per ripristinare l’elasticità.

Collo e decolletè: Sono zone in cui la pelle è molto delicata: il rallentamento fisiologico nella produzione di collagene ed elastina a partire dai 25-30 anni rende la pelle meno tonica, elastica, idratata, con la possibilità che risulti cadente sul collo, specialmente dopo la menopausa quando è coinvolto anche il tessuto di sostegno profondo. Dai 40-45 anni è bene utilizzare una crema rassodante e rigenerante con specifici attivi.

Ed ora mettiamoci all’opera… qualche esempio pratico

Esempio 1:

Donna 35-40 anni, piccole rughe permanenti da disidratazione, rughe di espressione vicino agli occhi, accusa pelle spenta e secca (sensazione di tensione).

Possibili Soluzioni (Totale: 4 prodotti)

  • Detersione: Acqua micellare o delicata mattina e sera, scrub viso 1 volta in settimana
  • Trattamento: Crema Viso 24 ore Urban H2O Cream dratazione profonda + siero H2O infusion in maniera sistemica e periodica
  • Trattamento occhi: crema contorno occhi idratante
  • 1 o 2 volte alla settimana: CC Complex Serum antietà illuminante alla Vitamina C

Esempio 2:

Donna 45-50 anni, con pelle segnata da rughe permanenti da cromo invecchiamento e di espressione (anche attorno agli occhi), labbra e contorno segnati, pelle spenta e macchie

Possibili Soluzioni (Totale: 5 prodotti)

  • Detersione: Gel micellare mattina e sera Multiaction cleanser, scrub viso 1 volta in settimana
  • Trattamento Giorno: Crema Viso antiossidante antirughe + siero anti age in maniera sistemica e periodica Restore Age cream Matrix RP
  • Trattamento Notte: crema viso illuminante (Eye Sublime)
  • Trattamento Occhi: crema contorno occhi anti-age
  • 1 o 2 volte alla settimana: Maschera Whitening Serum (antimacchia schirante)

Esempio 3:

Donna 55-60 anni, con pelle segnata da rughe permanenti da invecchiamento e di espressione, anche sugli occhi, labbra e contorno segnati, cedimenti di collo e mento, pelle spenta

Possibili Soluzioni (Totale: 6 prodotti)

  • Detersione: gel delicato (Crystal Cleanser) mattina e sera, scrub viso 2 volte in mese
  • Trattamento Giorno: Crema viso antiossidante BFILL + siero lifting/trattamento anti age Lipid RP Matrix in maniera sistemica e periodica
  • Trattamento Notte: Crema Viso rimpolpante antirughe Supreme/ crema viso rimpolpante
  • Trattamento Occhi: Crema contorno occhi anti-age (Eyesilk)
  • Trattamento collo e decolletè: Trattamento collo e decolletè Glamour Neck CR
  • 2 volte alla settimana: Maschera

Siamo altamente preparati in dermocosmesi: sapremo consigliarti il prodotto più adatto alle tue esigenze.

sensorial-dermocosmesi

Bibliografia:

Penazzi Giulia – Come sono fatti i cosmetici. Guida pratica alla lettura dell’INCI, Ed. Edra, 2020

Bovero Andrea – Dermocosmetologia. Dall’inestetismo al trattamento dermocosmetico, Ed. Tecniche Nuove, 2011

Borellini umberto – Manuale di cosmetologia. Dalla dermocosmesi funzionale alla cosmeceutica, Ed. Edra, 2018

Articolo a cura della Dottoressa Valentina Tomasi, Farmacista e Tossicologa

FARMACIA BONIN
VIA SACILE 2,
FIASCHETTI DI CANEVA, PN
0434778675
[email protected]

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti: