Intervista al Dott. Nicola Sponsiello

In occasione della conferenza sugli “Sport con sforzi intermittenti” che si terrà all‘Officina Villa Frova a Stevenà di Caneva abbiamo fatto qualche domanda al relatore, il Dott. Nicola Sponsiello.

Dott Nicola Sponsiello

Il Dott. Sponsiello si occupa di dietetica clinica: dalla gestione del peso ai disturbi gastro-intestinali: Egli si occupa inoltre di malattie metaboliche e nutrizione dello sportivo e segue l’appassionato e l’atleta di élite. Svolge attività ambulatoriale, come dietologo sia in ambito clinico che sportivo. È il medico di alcune importanti società sportive e dietologo di atleti internazionali di prestigio. È stato relatore in numerosi convegni e congressi sia in ambito universitario che locale. Sponsiello organizza diversi seminari sulle materie subacquee o metaboliche in diverse Università. Egli è responsabile per Padova del master in nutrizione dello sport (SANIS) dal 2010.

 

Farmacia: Dott. Sponsiello, c’è un atleta in particolare di cui è fiero e il cui risultato dipende molto dal lavoro da lei svolto dal punto di vista nutrizionale?

Dott. Sponsiello: non sarebbe corretto che io facessi i nomi delle persone che seguo, ma vado molto fiero dei ringraziamenti pubblici che ho ricevuto da Valeria Straneo, il lavoro con lei è stato molto complesso ma di ottima riuscita.

Di Erik van Leeuwen, attribution: Erik van Leeuwen (bron: Wikipedia). – www.erki.nl, GFDL, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=27655444

Farmacia: È sempre stato interessato al settore dello sport, oppure la passione nel seguire atleti d’élite e gli sportivi in genere è maturata con il tempo?

Dott. Sponsiello: Ho cominciato l’agonismo a 14 anni, ho smesso a 41, unire la mia professione allo sport è sempre stato il mio obiettivo. Questa passione è quella che ancora mi spinge a studiare e a divulgare la materia affascinante che pratico quotidianamente.

Farmacia: Lei è uno specialista in campo dietetico e nutrizionale per atleti e sportivi che praticano discipline anche molto diverse da loro. Qual’è il suo segreto? Lavora ad hoc sull’individualità di ogni singolo atleta, oppure è la conoscenza delle discipline sportive le permette di calare nella realtà il suo operato?

Dott. Sponsiello: l’individualizzazione di ogni aspetto è decisiva, devo conoscere il gesto atletico praticato, contano gli orari di allenamento e le preferenze alimentari, ogni elemento determina le scelte che faccio per i miei pazienti. Da loro acquisisco notizie con le quali, se necessario, aggiusto continuamente il messaggio.

Farmacia: Pensa che al giorno d’oggi sia ancora possibile trascurare l’alimentazione quando si pratica sport ad un certo livello?

Dott. Sponsiello: no, credo che farlo determini l’impossibilità di dare il proprio meglio.

Farmacia: Qual’è la prima regola che fa seguire ai suoi clienti?

Dott. Sponsiello: l’idratazione; gestire bene la propria idratazione è basilare, spesso già questo cambia le sensazioni dell’atleta.

Farmacia: Quanto è importante per il cliente/paziente avere una visione netta dell’obiettivo, al fine di affrontare il “piano nutrizionale” con più determinazione?

Dott. Sponsiello: fondamentale, un agonista vive per obiettivi, a volte con gli sportivi poco assidui, gli obiettivi vanno creati proprio per dare ragione di scelte non facili.

Farmacia: Quali sono gli errori più comuni che ha visto fare dagli atleti nel corso degli anni?

Dott. Sponsiello: Negli ultimi anni errori grossolani ne ho visti pochi, l’informazione fruibile da tutti consente di non cadere in abitudini del tutto errate. Rimangono usi sorprendenti anche in atleti fortissimi, ma sono i rari casi in cui il talento sopperisce agli errori. In simili soggetti, correggere le stranezze non determina particolari miglioramenti: loro sono forti indipendentemente.

Farmacia: Se dovesse indicare quanto conta una buona dieta per ottenere performance di livello che percentuale sarebbe?

Dott. Sponsiello: dipende da qual’è la nutrizione di partenza. Se è sbagliata anche il 70%, mediamente è già discreta, quindi la percentuale scende al 20%.

Farmacia: Quanto c’è ancora “da fare” nel settore medico-dietetico-nutrizionale?

Dott. Sponsiello: moltissimo, prima di tutto studiare e studiare ancora, sono molte le cose che non sappiamo, quasi altrettanto importante è informare la classe medica, ma solitamente i colleghi non sono interessati a questa materia, quindi è difficilissimo dare uniformità e serietà.

Farmacia: Quanto è importante avere per il lavoro che svolge una solida preparazione alla base?

Dott. Sponsiello: impossibile farlo senza. Nonostante questo, la nutrizione è la pratica medica più abusata ! Ogni soggetto che gravita attorno all’atleta dà regole (spesso sbagliate) creando una confusione immensa.

Farmacia: Al convengo Florence Sport Medicine abbiamo sentito il Professor Maughan teorizzare come, migliorando ulteriormente il metabolismo glucidico, si potrebbe abbattere il muro delle due ore nella maratona. Molti altri nutrizionisti invece cercano di migliorare il metabolismo lipidico al fine di preservare le scorte di glicogeno. Qual’è la sua opinione al riguardo?

Dott. Sponsiello: dipende dall’atleta, le persone hanno una diversa propensione ad usare substrati lipidici o glucidici, scoprire questa caratteristica significa ottimizzare la prestazione.

Farmacia: Anche nel campo della nutrizione ci sono delle mode. Da qualche anno va molto di moda “basificare/alcalinizzare” l’organismo. Qual’è la sua opinione al riguardo?

Dott. Sponsiello: salvo che in sport particolari, si tratta di una moda priva di senso.

Farmacia: Ci consiglia un bel libro che parla di sport?

Dott. Sponsiello: Le storie dello sport emozionano sempre, la vicenda di Pantani è una di quelle che ancora mi commuove. Sul piano scientifico invece, mi affido solo a libri scritti in inglese, finché vengono tradotti spesso passa troppo tempo. A breve uscirà il primo libro italiano dedicato alla fisiologia e nutrizione dello sport, siamo molti autori ad averlo scritto, ognuno secondo le sue competenze, credo che sarà un buon testo.

Di Aldo Bolzan, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=14892407

 

Ringraziamo il Dott. Sponsiello per la disponibilità e gli auguriamo un grandissimo in bocca al lupo per i suoi impegni futuri.

E’ possibile trovare maggiori informazioni sulle attività del Dott. Sponsiello sul suo sito internet http://www.nicolasponsiello.com

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva