Con l’arrivo del caldo (finalmente) sarà ancora più importante controllare lo stato di idratazione.

Come fare? Bevendo! Vediamo come…

  • 2 kg persi = 2 litri di acqua da integrare
  • 2 kg persi in un soggetto di 70kg = 1,4% disidratazione

 

 

 

 

 

 

 

(photo by http://oakwoodsportsmedicine.com/tag/hydration/ )

Volendo fare una prova si può “buttare un allenamento” (stando attenti a non entrare nella zona rossa ed evitando i colpi di calore) pesandosi prima e dopo per vedere i kg di acqua persi.

 

Le bevende più indicate sono quelle ipo-isotonice glucosaline ovvero quelle che contengono sali minerali e zuccheri disciolti assieme. Questo perché il nostro organismo ha dei sistemi per assorbire e trasportare velocemente nel sangue  le sostanze di cui ha bisogno come sali e zuccheri. Semplificando ogni molecola di sale o zucchero che entra porta con se “molte” molecole d’acqua accelerando il suo assorbimento.

Le bevande devono essere isotoniche o ipotoniche ovvero avere delle concentrazioni di soluti uguali (iso) o più basse (ipo) di quelle del sangue. Attenzione perché se la concentrazione di soluti fosse troppo alta e la bevanda fosse ipertonica si otterrebbe l’effetto opposto richiamando acqua dal sangue all’intestino.

REGOLE PER MANTENERE L’IDRATAZIONE DURANTE LA PRESTAZIONE FISICA:

  1. Arrivare ben idratati;
  2. Bere a intervalli regolari;
  3. Stimare la percentuale di liquidi persi durante l’allenamento (peso prima e peso dopo) e assicurarsi di integrarli durante e dopo l’allenamento;
  4. Continuare a bere anche dopo l’‘attività fisica;
  5. Utilizzare bibite IPO-ISOTONICHE GLUCOSALINE soprattutto durante l’attività, sono ben digeribili ed energetiche.

 

Ogni persona ha delle differenze individuali. C’è chi digerisce meglio e chi no. Chi ha bisogno di una bevanda isotonica e chi ipotonica ecc. Scegliere una preparato in polvere da sciogliere nella borraccia permette di poter regolare meglio la composizione in base alle proprie esigenze ed in genere di introdurre meno coloranti rispetto a quelle già pronte.

Non esagerare con l’idratazione, ma fintanto che la bibita risulta appetibile è utile bere piccoli sorsi già prima dalla partenza.  Avete mai fatto caso ai piloti di formula uno prima del giro di prova? Sorseggiano la bibita prima della partenza per prepararsi alla disidratazione dovuta al caldo, alla pesante tuta e al forte esercizio fisico causato dalle forti accelerazioni che la gara comporta…

 

Dott. Massimiliano Bonin con la collaborazione della Dott.ssa Sara Fabris

 

ATTENZIONE!

Alcune informazioni contenute nel sito sono consigli o informazioni generiche, non sostituiscono quindi il parere del medico e non sono destinate a definire una diagnosi medica o un trattamento terapeutico. Si raccomanda pertanto di consultare il proprio medico curante in caso di necessità.

Attraverso questo sito la Farmacia Bonin non dà pareri o consulenze mediche, pertanto Vi invitiamo a non inserire informazioni sanitarie che consentano l’identificazione diretta o indiretta dei soggetti interessati.


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.